Rikuzentakata 陸前高田

Fine settimana insieme al gruppo di volontari “Italians for Tohoku” a Rikuzentakata, una delle citta’ piu’ colpite dallo tsunami dell’undici marzo.

Brevemente quello che ho visto: un gruppo di persone, italiani e giapponesi, che usa il suo tempo libero viaggiando, lavorando e sfinendosi. Un centro di accoglienza che si svuota progressivamente visto che le case prefabbricate iniziano ad essere tanti. Umanita’ di tutti i tipi, con una ovvia maggioranza di anziani. Una citta’ che con il passare del tempo, ritrova la sua forma, le strade, l’anagrafe. Cumuli di detriti, divisi per genere, come in una gigantesca raccolta differenziata. Sabbia, fango, pozze d’acqua stagnanti. Un’infinita’ di mosche.

Com’e’ ovvio, contrasto violento di sentimenti, quindi voglio aspettare qualche giorno, schiarirmi le idee e poi scrivere. Anche perche’ come spesso mi accade, mi rendo conto di non saperne proprio niente.

Intanto, questo e’ quello che rimane dello stadio di baseball.

Annunci

3 commenti on “Rikuzentakata 陸前高田”

  1. Watanabe ha detto:

    Molto evocativa la foto. Spero ne posterai altre in seguito.

  2. alice ha detto:

    anche io aspetto le tue riflessioni, quando sarai pronto.

  3. Lorenzo Barassi ha detto:

    Appena riesco a sistemare un po’ le cose, pubblico altri scatti, promesso!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...