Aggiornamento dall’Ambasciata Italiana di Tokyo 14 Marzo I

Si forniscono i seguenti aggiornamenti sulla situazione in Giappone.

1. L’Ambasciata sta completando l’attivita’ di ricerca dei connazionali nella regione a nord dell’Honshu maggiormente colpita dal sisma e dal maremoto di venerdi’ 11 marzo. Al momento sono cinque i connazionali li’ residenti con i quali non e’ ancora stato possibile stabilire un contatto.

Si conferma che nessun cittadino italiano si trova a meno di cento chilometri di distanza dalla centrale nucleare Fukushima I.

L’Alitalia ha oggi operato regolarmente il volo da e per Milano e i due voli da e per Roma, che sono ripartiti imbarcando tutti coloro che si sono presentati all’accettazione. Per la giornata di domani lunedi’14 marzo, e’ confermata la partenza da Tokyo del volo AZ785 per Roma delle 14.15 e del volo AZ 787 per Milano delle 16.01. Su entrambi ci e’ stata comunicata la disponibilita’ di alcuni posti in classe business, mentre i passaggi in economica registrano un modesto overbooking. Un quadro preciso della reale disponibilita’ potra’ peraltro essere confermato dall’Alitalia (telefono a Tokyo: 03 35681588 e presso l’aeroporto di Narita: 0476 327811) solo in prossimita’ della partenza, nella mattinata di domani 14 marzo.

Anche nei prossimi giorni un piccolo nucleo di personale dell’Ambasciata sara’ presente all’aeroporto di Tokyo Narita per assistere i connazionali, all’arrivo presso il finger di attracco del velivolo e per le partenze al banco Alitalia.

Si ricorda che le Autorita’ giapponesi, in considerazione di una situazione di limitata disponibilita’ di energia durante la prossima settimana, hanno ribadito la possibilita’ di un’interruzione programmata dell’erogazione della corrente elettrica a partire da domani 14 marzo a turno per zone per tre ore al giorno, nella regione del Kanto (esclusa l’area centrale di Tokyo) e del Tohoku. I dettagli degli orari e delle aree interessate dall’operazione saranno annunciati domani lunedì 14 marzo e potranno essere verificati sul sito http://www.tepco.co.jp/en/index-e.html.

2. Per quanto concerne i rischi dei prossimi giorni e la permanenza in Giappone, l’Ambasciata fa presente quanto segue:

a) Emergenza nucleare.

Se la situazione dei reattori di Fukushima che oggi era in miglioramento dovesse per ipotesi aggravarsi, si accrescerebbe la possibilita’ di contaminazione in contiguita’ delle centrali, mentre il rischio si estenderebbe a citta’ come Tokyo solo in condizioni estreme che al momento le Autorita’ giapponesi escludono. Per quanto riguarda le emissioni, gia’ verificatesi, di vapore a basso contenuto di radioattivita’, non vi e’ invece rischio per Tokyo e ancor meno per Osaka. D’altro canto, gia’ oggi, oltre i 20 km dalle centrali di Fukushima non risultavano livelli di radioattivita’ preoccupanti.

Il periodo temporale potenzialmente critico da questo punto di vista si estendera’ per alcuni giorni.

Si sottolinea che lo scenario piu’ favorevole, di rischio non acuto, e’ al momento avallato dalle autorita’ giapponesi (come e’ emerso oggi anche in un incontro tra gli Addetti Scientifici delle Ambasciate e il Direttore Generale del Gaimusho responsabile delle questioni nucleari) nonche’ dalla gran parte dei tecnici interpellati.

Nessuno naturalmente puo’ escludere l’insorgere di nuovi rischi per eventi futuri, in particolare correlati al reattore numero 3 della centrale di Fukushima – I.

b) Rischio sismico.

La Japan Metereological Agency www.jma.go.jp/jma/en/News/2011_Earthquake_01

questa sera afferma di ritenere probabile, in base a dati storici, un nuovo sisma di magnitudo 7 nella regione a mezza strada tra Sendai e Tokyo, con inizio geografico a circa 100 km a nord di Tokyo. Sempre secondo la predetta agenzia questa probabilita’ arriva al 70% nei prossimi 3 giorni ed a circa il 50% nei giorni successivi. Invitiamo, tuttavia, a tener presente, a fini di comparazione, che un sisma di magnitudo 7,4 si e’ gia’ verificato l’11 marzo alle 15.15 in mare mezz’ora dopo il grande sisma del nord-est, molto a ridosso della costa, a circa 100 km. a nord da Tokyo. Questo sisma e’ stato registrato a Tokyo con una intensita’ di 5- nella scala giapponese che arriva ad un massimo di 7, ma nella capitale i danni sono stati pressoche’ irrilevanti.

Da ultimo si fa presente che, secondo previsioni statistiche, il rettangolo geografico teorico nel quale l’Agenzia Metereologica localizza come probabile un sisma di magnitudo 7 e’ in larghissima parte oceanico e include marginalmente Tokyo nell’angolo sud occidentale.

Alla luce di quanto precede, in funzione dei due rischi indicati, quello sismico e quello relativo alle centrali, l’Ambasciata raccomanda ai connazionali che non hanno impellenti ragioni, di non recarsi nella regione a nord di Tokyo sopra delineata.

Si ricorda che nel sito “Viaggiare Sicuri” della Farnesina gia’ si sconsigliano viaggi in Giappone per quanti non abbiano assoluta necessita’ di recarvisi.

3. Da una riunione di consultazione a Tokyo fra le Ambasciate dei Paesi dell’Unione Europea, e’ emerso come ad oggi, nessun Governo abbia previsto di iniziare un’operazione di evacuazione.

Per quanti decidessero di prendere in considerazione un allontanamento da Tokyo e dalle aree sopra indicate, si segnala che le Compagnie Aeree che hanno voli in partenza da Tokyo e da Osaka, stanno operando regolarmente, ivi compresa Alitalia, che e’ riuscita finora a smaltire tutte le richieste dei connazionali italiani e ha ancora disponibilita’ sui propri voli per Roma e Milano dei prossimi giorni.

Le altre Compagnie europee ed asiatiche risultano avere posti disponibili per destinazioni che permettono agevoli collegamenti con l’Italia.

I trasporti da e per l’aeroporto di Narita sono tutti operativi.

Si ribadisce il suggerimento di seguire le istruzioni che le Autorita’ giapponesi hanno emesso quartiere per quartiere, per l’eventualita’ di una emergenza e, naturalmente, di conservare in casa acqua potabile e cibo per alcuni giorni. Chi si trovasse in albergo verra’ assistito, in caso di emergenza, dal personale della struttura.

L’Ambasciata e il Consolato Generale di Osaka restano operativi h24.


2 commenti on “Aggiornamento dall’Ambasciata Italiana di Tokyo 14 Marzo I”

  1. Brunetta scrive:

    Grazie per la precisa argomentazione delle informazioni.
    Ho un figlio che vive lavora ed ha formato la sua famiglia in questo fantastico paese.
    Un pensiero di vicinanza ad una popolazione in cui risuona nel dramma del presente il ricordo implacabile della paura del passato.

  2. Brunetta scrive:

    Grazie per la precisa argomentazione delle informazioni.
    Ho un figlio che vive lavora ed ha formato la sua famiglia in questo fantastico paese.
    Un pensiero di vicinanza ad una popolazione in cui risuona nel dramma del presente il ricordo implacabile della paura del passato.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...