Baseball

Sono sul treno delle 5.30 di mattina e mentre attraverso il ponte sul fiume Tama, che segna il confine tra la citta’ di Tokyo e quella di Kawasaki, noto che nei campi da baseball sulla riva, dei ragazzi si allenano. Mi stupisce che a quell’ora i teenager sono gia’ belli attivi.

Nel pomeriggio quindi decido di fare un giro da quelle parti. Sono piccole squadre locali (o private o delle scuole di zona) che affittano i vari campi per allenarsi e disputare tornei, purtroppo pero’ non c’era nessuna partita in quel momento ma solo allenamenti: una scuola media prova gli schemi difensivi.

Mi fermo a guardare e poco dopo uno degli allenatori inizia a sbraitare contro un ragazzino che ha perso la palla. Una di quelle scene che ti mette in imbarazzo anche quando non si e’ coinvolti in prima persona. Il piccolo giocatore incassa l’umiliazione e riprende ad allenarsi. Non una reazione, una lacrima o un gesto di stizza. Solo un “Mi scusi…” appena accennato, indice di colpevolezza.

C’e’ molto Giappone in questa scena, quello del mondo del lavoro vero, dove le richieste fatte da un superiore non si discutono mai, dove le iniziative personali non sono viste di buon occhio e ci sara’ sempre uno pronto a riprenderti quando sbagli. Il tutto sempre accompagnato con una buona dose di scuse.

Annunci

One Comment on “Baseball”

  1. disma ha detto:

    Bello vedere una cosa che non ha niente a che fare con il quotidiano e decidere che poi ci si torna lì per osservarla meglio e lo si fa davvero. bello bello. Invidia.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...